You are here

Talk by Stefano Bazzaco, University of Verona

Event date: 
Wednesday, 24 July, 2019 - 14:30 to 15:30

Relatore: Stefano Bazzaco, Università di Verona

Titolo: Lo stato dell’arte dei sistemi di riconoscimento automatico dei caratteri e il loro impiego per la preservazione e diffusione del patrimonio culturale. Il caso del Progetto Mambrino.

Abstract: I sistemi di riconoscimento automatico dei caratteri hanno visto un recente sviluppo grazie alla sempre più accesa necessità di contribuire alla preservazione e diffusione del patrimonio culturale europeo. Negli ultimi anni, infatti, lo spettro di applicazione dei programmi di riconoscimento testuale si è largamente ampliato, permettendo la trascrizione automatica o semi-automatica di testi a stampa antichi e manoscritti, e facilitando agli studiosi un accesso più comodo e diretto a opere che rischiavano di rimanere confinate nei polverosi scaffali di biblioteche e archivi nazionali.

Alla luce di queste considerazioni, nella lezione che si propone si presenteranno i recenti sviluppi nel campo del riconoscimento automatico dei caratteri. Nello specifico, ci si concentrerà sui vantaggi legati all’impiego di due diverse piattaforme (Transkribus e OCR4All) e sulle possibilità che offrono rispettivamente questi software nella segmentazione automatica della pagina digitalizzata (Layout Analysis) e la creazione di modelli OCR e HTR basati in trascrizioni manuali di una breve porzione del testo fonte. Infine, si analizzeranno i risultati ottenuti dal Progetto Mambrino (Università di Verona) e si ripasseranno, attraverso un tutorial pratico con Transkribus, le principali fasi che hanno condotto alla trascrizione dei testi a stampa cinquecenteschi che compongono il corpus di studio del gruppo.

Bio: Stefano Bazzaco è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Verona. I suoi principali interessi sono la letteratura spagnola del Rinascimento; la poesia modernista spagnola di inizio Novecento e le discipline connesse all’ambito dell’informatica umanistica. Nel 2018 ha concluso il dottorato in Lingue, Letterature e Culture Straniere Moderne dell’Università di Verona con la tesi Lo maravilloso marítimo en los libros de caballerías. Edición y estudio del Leandro el Bel (Toledo, 1563) diretta dalla prof.ssa Anna Bognolo. Da circa tre anni collabora con il gruppo di ricerca Progetto Mambrino https://www.mambrino.it/it per il censimento e lo studio del romanzo cavalleresco in Italia e fa parte del comitato redazionale della rivista Historias Fingidas http://historiasfingidas.dlls.univr.it/index.php/hf. Attualmente sta contribuendo alla creazione di una biblioteca digitale di libera consultazione del corpus cavalleresco italiano, attraverso la realizzazione di edizioni scientifiche digitali dei libri del corpus e la loro integrazione in rete con database bibliografici e altre risorse multimediali.

Contacts: 

Location: 
FBK, Aula Piccola, Via Santa Croce
Research topics: